Login |  Registrati 

NB: La redazione di mininterno.net non si assume alcuna responsabilità riguardo al contenuto dei messaggi.

Lista possibili tracce per scritto istruttori amministrativi
615 messaggi, letto 13067 volte
 Discussione chiusa, non è possibile inserire altri messaggi

Registrati per aggiungere questa o altre pagine ai tuoi Preferiti su Mininterno.

Torna al forum    


Pagina: 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10, 11, 12, 13, 14, 15, 16, 17, 18, 19, 20, 21 - Successiva >>

Da: ORI25/05/2007 17.27.10
giulia fa parte di diritto amministrativo!!!!

Da: snuff25/05/2007 17.28.46
Giulia te sei scordata mezzo programma.
Disgraziatamente proprio la metà che andava memorizzata per forza.

Da: ORI25/05/2007 17.30.22
x giulia
c'erano anche un bel pò di domande nei test di preselezione

Da: Rary25/05/2007 17.36.12
non sono gli argomenti è fare un breve commento di un vasto argomento il problema... il riparto di giurisdizione tra GO e GA è un argomento fondamentale del diritto amministrativo

Da: ale25/05/2007 17.41.12
giusto, non credo che processuale amministrativo rientrera' nella prova.

Da: giulia25/05/2007 19.31.53
forse non avete capito o non sono stata chiara, questi vogliono sapere come funziona il cooooomune !!!!!! e gli altri enti locali es. prov.
i quiz preselettivi erano generali, ora vanno nello specifico es. competenze giunta, consiglio, altro che giustizia amministrativa!
al massimo le tipologie di ricorsi .
io cosi' la vedo poi non so.

E' uscita l'App ufficiale di Mininterno per Android.
Scaricala subito GRATIS!

Da: raul25/05/2007 21.27.23

Ma perchè non cerchiamo di dare un commento sintetico alla domanda di Ori, che tra l'altro cita un argomento che potrebbe realmente uscire dalle 6 previste!
Per me ricordo il famoso doppio binario o doppia giurisdizione.
Per cui il g.o. ha giurisdizione in materia di diritti soggettivi, il g. a. in materia di interessi legittimi.
Non tutti sono d'accordo su questo riparto che è quello della causa petendi: diritto soggettivo-g.o; int. legittimo-g.a.  Poi ci sarebbe la sentenza della Cassazione che ha definitivamente risolto la questione affermando: tutte le volte che si lamenta il cattivo uso del potere dell'amministrazione si tratta di un interesse legittimo e quindi la competenza è del g.a;  tutte le volte che si contesta la stessa esistenza del potere si tratta di diritto soggettivo e quindi la competenza è del g.o.
Attenzione che il g. o può solo valutare la legittimità e non il merito dell'atto. Quindi può solo disapplicare l'atto non riformarlo o sostituirlo proprio perchè non è giudice amministrativo.
Il g. a. ha competenza sia di legittimità , vale a dire valuta la conformità dell'atto ai principi giuridici, potendolo annullare, sia di merito valutando l'opportunità e la convenienza dell'atto e poichè è giudice amministrativo può non solo annullare l'atto, ma anche riformarlo o sostituirlo.
In ultimo al g.a., per confondere le idee, in giurisdizione esclusiva è consentito anche occuparsi  di diritti soggettivi.(non rammento quali sono)
Queste cose me le ricordo perchè le ho fatte da poco e certamente ho tralasciato molte altre nozioni, ma magari ci desssero domande dove poter spaziare con un pò di ragionamento.

Da: ninetta25/05/2007 22.32.06
Qualcuno sa qualcosa in merito al tempo a disposizione?? Lunedì proverò a chiamare!!!

grazie

Da: arturo26/05/2007 08.35.05
-il principio di sussidiarietà alla luce della l.cost. 3/01

Da: ale26/05/2007 09.36.40
non esce processuale amministrativo, queste sono domande da commissario di polizia

Da: tribalex26/05/2007 09.38.04
Magari le domande fossero quelle di Arturo!

Da: ale26/05/2007 09.39.43
riparto giurisdizione fra go e ga, il giudice ordinario si occupa di diritti soggettivi, il ga di interessi legittimi, tranne nella giurisdizione esclusiva dove giudica indistintamente sia se si tratta di d. soggettivo che di interesse legittimo. ma ripeto queste non sono domande che escono in questo concorso...

Da: ale26/05/2007 09.44.16
x raul, hai sbagliato una cosa: anche il giudice amministrativo non puo' valutare il merito dell'atto tranne nelle ipotesi di giurisdizione di merito. la giurisd di merito è tassativa e aggiuntiva rispetto a quella di legittimita'. normalmente il ga valuta solo la legittimita' dell'atto e non l'opportunita'. cmq queste non sono domande che escono, queste cose sono difficili per un laureato in giurisprudenza figuriamoci per un diplomato

Da: arturo26/05/2007 09.56.37
scusate avete ragione, io non partecipo a questo concorso, dunque non ho letto con attenzione il bando; leggendo i post di qualcuno credevo si trattasse di amministrativo. saluti

Da: raul26/05/2007 10.31.48
Per Ale, la mia preoccupazione deriva dai quiz, dove la giurisdizione di merito esce fuori almeno 6-7-volte. Tra l'altro la risposta giusta al quiz n. 700 mi sembra dica esattamente le cose che hai detto nel tuo messaggio:
" La giurisdizione di merito del G.A è eccezionale in quanto ammessa in deroga al principio del sindacato giurisdizionale di sola legittimità dell'atto amministrativo"
Se hanno chiesto queste cose ai quiz, mi domando come si comporteranno allo scritto??
Ciao

Da: lella26/05/2007 11.08.52
Ragazzi e ragazze prendo spunto dalle indicazioni di Anna, che sia quella vera oppure no, per concentrare la vostra attenzione sulla risoluzione di questioni pratiche....che potrebbero sembrare facili, ma che se veritiera secondo me invece potrebbero crearci non pochi problemi e giustificherebbe anche il fatto che si possono portare regolamenti e quant'altro.
Non ho nessun aggancio vi assicuro ma ho soltanto fatto ricerche e tratto spunto da prove già effettuate in altre sedi. Se vi capita una domanda come la seguente secondo voi qual'è la risposta giusta e come andrebbe commentata:
Per "datore di lavoro" di un comune si intende:
Il Sindaco
Il dirigente
L'assessore al personale

Se vi può consolare vi dico subito che io l'ho sbagliata in pieno!

Da: mary Jane26/05/2007 11.22.45
Qui prima di rispondere bisognerebbe pensare alle funzioni dei tre "personaggi" indicati. Il datore di lavoro è quello che ti fa firmare il pezzo di carta? O che stabilisce i compiti? O che decide il tuo stipendio? A seconda delle risposta, il datore di lavoro può essere indifferentemente uno dei tre. Bella domanda!!

Da: lella26/05/2007 11.23.46
ecco appunto...eppure è una sola!

Da: 79c26/05/2007 11.24.35
Secondo me è il dirigente, per il principio di separazione tra politica e amministrazione

Da: mary Jane26/05/2007 11.26.55
E' quello che avrei risposto anch'io. Gli indirizzi politici vengono effettuati dal sindaco e dall'assessore, mentre la gestione è affare dei dirigenti. Accendiamo?

Da: 79c26/05/2007 11.29.15
accendiamo. Lella ci dai la risposta? Da dove hai tratto il quesito?

Da: maurizio26/05/2007 11.31.19
Allora il datore di lavoro del dirigente chi è? :-)

Da: mary Jane26/05/2007 11.34.59
Il mio ragazzo dice il sindaco..

Da: raul26/05/2007 11.39.17
Non saprei ma mi verrebbe di rispondere L'ente locale , il cui capo è il Sindaco!

Da: lella26/05/2007 11.40.29
Non so cosa direbbe Jerry Scotti in questo caso, ma bravi è quello che vi posso dire io.

In effetti è il dirigente...e credo che ci abbia visto giusto 79c...sarebbe per me complicato però commentare sinteticamente un argomento così complesso...ho trovato qualcosa a tal proposito....http://www.amministrazioneincammino.luiss.it/site/_contentfiles/00015600/15691_Articolo%20Tuel.pdf

Intanto può essere un punto di partenza...

Da: maurizio26/05/2007 11.54.24
Bisogna intendere allora cosa si intende per "datore di lavoro". Se un libero professionista contratta la propria opera dietro compenso con l'amministrazione, naturalmente avrà a che fare con il Dirigente.
Nel caso però di un impiegato comunale a tempo indeterminato, come può essere il Dirigente considerato "datore di lavoro"? Scusate, ma il concorso al quale partecipate, è stato indetto dal Comune o dal Dirigente? E come ho avuto modo di chiedervi ironicamente prima, chi è il "datore di lavoro" del Dirigente? Un Dirigente gerarchicamente superiore??

Da: tribalex26/05/2007 12.17.32
Anch'io avrei risposto il dirigente. D'altra parte, penso che per datore di lavoro debba intendersi chi ti stipula i contratti e l'art.107 Tuel dice appunto che i dirigenti stipulano i contratti (lett.c, co,3°) e si occupano degli atti di amministrazione e gestione del personale (lett.e, co.3°). Il commento l'avrei svolto soffermandomi sulla questione della separazione delle competenze.
Penso che la domanda sarebbe stata più difficile se tra le opzioni ci fosse stato anche l'ente locale, perchè in quel caso, come mi sembra abbia detto Raul, avrei potuto tentennare pensando che in fondo il datore di lavoro è chi dà ad altri un lavoro alle proprie diendenze in cambio di una retribuzione e quindi in questo caso, in senso "più lato" avrei potuto pensare all'ente locale o comunque alla P.A. più in generale.

Da: maurizio26/05/2007 12.54.28
Ragazzi, io non partecipo a questo concorso, quindi non vorrei aver seminato dubbi senza ragione. Mi sono accorto che il termine "datore di lavoro" va un po' al di là di quello comunemente inteso. Forse maggiori chiarimenti li fornisce la 626/94. Buono studio a tutti. ;-)

Da: snuff26/05/2007 13.01.13
Un dirigente è un dipendente pure lui.  Non credo si possa considerare datore di lavoro.

Da: Brown26/05/2007 13.11.33
La ripartizione tra giurisdizione GA e GO e le differenzti giurisdizioni del Tar sono molto trattate sia nel testo Simone relativo a questo concorso, sia in tutti i manuali per istruttore amministrativo rintracciabili in commercio.
Non vedo su quali basi si dica che non fa parte del programma. 

Pagina: 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10, 11, 12, 13, 14, 15, 16, 17, 18, 19, 20, 21 - Successiva >>


Torna al forum