Login |  Registrati 

NB: La redazione di mininterno.net non si assume alcuna responsabilità riguardo al contenuto dei messaggi.

COME VINCERE UN CONCORSO LOCALE
8699 messaggi, letto 152205 volte

Registrati per aggiungere questa o altre pagine ai tuoi Preferiti su Mininterno.

Torna al forum  - Rispondi    


Pagina: 1, 2, 3, 4, 5, 6, ..., 285, 286, 287, 288, 289, 290

Da: @ impiegato comunale14/12/2019 11.48.18
Da: impiegato_comunale   14/12/2019 11.29.09


Per Illaio: non ho mai sputato sui laureati e non mi sono mai autodefinito un'eccellenza. Ma mi sembra ovvio che chi arriva fra le prime posizioni sarà sempre più efficace ed efficiente sul posto di lavoro rispetto a chi si posiziona più giù. Uno che è riuscito a vincere un concorso potrà anche non essere oggettivamente il migliore, ma stai sicuro che se l'ha vinto vuol dire che è stato colui che c'hai creduto di più rispetto agli altri, e che quindi darà il massimo anche sul posto di lavoro.
Io voglio che i miei prossimi colleghi siano persone come me, onorate di essere diventati impiegati comunali, e non persone che vedono questo impiego solo come un ripiego. Ecco perché la riforma Bongiorno era giustissima. Nella PA occorre gente che dia sempre il massimo, e se uno è riuscito a vincere un concorso per pochi posti stai sicuro che vuol dire che anche in ufficio darà il massimo, a differenza di chi magari è risultato idoneo con una sufficienza risicata... cosa vuoi aspettarti in ufficio da uno così? Il minimo indispensabile.. e forse neanche quello
-------------------------------------------------------------
CHE SCHIFO CHE SCHIFO CHE SCHIFO!!!!!!

Logico che non avere ed evitare le responsabilità significa dare il massimo.
CHI E' D'ACCORDO???
Rispondi

Da: Anonima_SS  3  - 14/12/2019 12.06.17
Già, prendere la sufficienza risicata a volte (come nel mio caso) vuol dire studiare la notte perché lavoravo 8 ore al giorno fuori sede e ho una bambina piccola. Sarei meno meritevole di te? Assolutamente no. In tutti i lavori che ho fatto sono sempre stata efficiente al 100%, al concorso sono stata brava quanto il 25enne che studiava tutto il giorno stando a casa di mamma e papà ha preso trenta. Prendere la sufficienza non significa necessariamente impegnarsi meno, ma può significare anche avere semplicemente meno tempo per studiare. Se tu hai tutta la giornata a disposizione è normale che potrai prepararti meglio di me, ma ti assicuro che la mia efficienza nel lavorare, crescere una bambina e studiare contemporaneamente può competere con pochi.
Il tuo 30 da disoccupato figlio di papà vale quanto il mio 23.
Se la pensi diversamente significa che non hai mai provato cosa significa preparare un concorso lavorando e con famiglia a carico .
Rispondi

Da: Centrale di committenza14/12/2019 12.14.31
Anonima_SS

MERAVIGLIOSA, sei un esempio da ricordare.
Non importa quali voti hai preso, sei sicuramente un 30 E LODE.
Rispondi

Da: impiegato_comunale  14/12/2019 12.19.47
Nessuno ti ha obbligata a mettere su famiglia (almeno non prima di sistemarti professionalmente). La vita è fatta di scelte. Non si può avere la botte piena e la moglie ubriaca. Se il tuo sogno era lavorare nel pubblico potevi dare priorità a questo anziché alla famiglia. Ovvio quindi che va premiato chi ha fatto una scelta di vita diversa, come il sottoscritto o tanti altri che pur di vincere un concorso hanno rinunciato a gran parte della loro vita sociale per avere più tempo da dedicare allo studio.
Rispondi

Da: Test.infinito 
Reputazione utente: +46
 1  - 14/12/2019 12.23.08
Impiegato mi sa che non sai proprio nulla di concorsi.
Arrivare tra i primi, non significa assolutamente essere migliore o più efficiente sul lavoro.
Tanto meno significa essere migliore di chi è arrivato ultimo o non l'ha passato.
Ma che stai a dì??
Ci sono mille fattori che influiscono sulla riuscita o meno di una prova, come il tipo di domande, il livello medio di preparazione, ecc
Ad un orale puoi essere tranquillamente bocciato o prendere 30 in base alle domande estratte.
Ad un orale che ho fatto, sono stato promosso ma se avessi estratto la domanda della candidata precedente (le espropriazioni, oltretutto materia non prevista dal bando) quasi certamente non l'avrei passato.
Quindi stai calmino e ricordati che non sei nessuno.
Rispondi

Da: Centrale di committenza 1  - 14/12/2019 12.29.59
@Impiegato

Scusami, quali rinunce alla vita sociale hai fatto?
Studiare per 10 anni sempre le stesse cose, e come tu stesso hai detto un paio di ore al giorno, quali rinunce hai fatto?
Ma ti rendi conto di quello che scrivi?
Hai sempre detto di essertela presa comoda, quali rinunce?
Cosa ne sai di Anonima e delle sue scelte, che a differenza di te è laureata e ha avuto la volontà di avere una  famiglia, tu che a circa quarant'anni vivi con i genitori e lavori part-time?

Rispondi

E' uscita l'App ufficiale di Mininterno per Android.
Scaricala subito GRATIS!

Da: GinTonic82   1  - 14/12/2019 13.12.05
Da: Loroloro     1  - 14/12/2019 11.27.56
il prestigio dell'impiegato comunale, il sogno di una vita.. un'eccellenza fantozziana potremmo dire


Hai proprio ragione 😂😂 Anche io a volte mi sento così..
Mi ricorderò sempre un pomeriggio, ero tornata a Venezia a trovare gli amici e incrocio un mio ex collega praticante Avv. Abbiamo fatto due chiacchiere e quando gli ho detto che lavoravo in Comune, mi fa: "complimenti x la carriera eh" 😂😂😂😂 Mi sono messa a ridere anche io. Cmq anche lui se la passava piuttosto male.. non arrivava neanche a 1100 euro al mese e ha una bimba in arrivo. Mah.
Rispondi

Da: GinTonic82   2  - 14/12/2019 13.20.06
Nella PA occorre gente che dia sempre il massimo, e se uno è riuscito a vincere un concorso per pochi posti stai sicuro che vuol dire che anche in ufficio darà il massimo, a differenza di chi magari è risultato idoneo con una sufficienza risicata... cosa vuoi aspettarti in ufficio da uno così? Il minimo indispensabile.. e forse neanche quello


Non è detto. Io ad esempio ho preso 21 allo scritto (la sufficienza risicata) e all'orale 28 (il secondo voto più alto, il primo era quello dell'interna).  Se ci fossi stato tu in Commissione, saresti già partito prevenuto in sede di orale x il mio voto minimo allo scritto.
Una persona può non aver dato il massimo per mille motivi in sede di esame e poi dimostrarsi un validissimo lavoratore. Io personalmente non ho mai chiesto a nessuno dei miei colleghi con che punteggio sono entrati. Li "valuto" in base a come lavorano...
Rispondi

Da: Per tutti!! 14/12/2019 13.27.34
Ma cimentatevi con concorsi seri a livello nazionale, invece di posti fantozziani!!
Rispondi

Da: Centrale di committenza 1  - 14/12/2019 13.37.48
GinTonic, hai perfettamente ragione.

Ma poi a volerla dire tutta, un esemplare che studia tutto il giorno, senza avere altri impegni, con tutta la comodità possibile ed immaginabile, prendere 30 è il minimo sindacale, specialmente nei concorsi C a crocette, senza la redazione dell'atto, ma anche con la redazione dell'atto.
Pochi giorni fa ho superato una preselettiva facendo 0 errori, due pomeriggi prima ero in ufficio fino alle 17.00 e non stavo neanche bene, ad un certo punto ho dovuto prendere un analgesico, e il giorno prima ero in viaggio dalle 16.00 alle 21.00.
Rispondi

Da: Sandr0kan  5  - 14/12/2019 13.42.02
Ma mi sembra ovvio che chi arriva fra le prime posizioni sarà sempre più efficace ed efficiente sul posto di lavoro rispetto a chi si posiziona più giù
=========================
Non sono d'accordo e ti spiego perché.
Citerò una frase che mi colpì 25 anni fa da un mio compagno di stanza in ospedale che, parlando dei vari medici di quel reparto mi disse:
"Il primario non è quello piu' bravo, è quello che ha studiato di più"
(ed è stato pure troppo buono perche' avrebbe potuto pure mettere di mezzo ipotetiche raccomandazioni).
L'esempio che prendo sempre come riferimento è Rain Man, sì, proprio quello del film (anche se è chiaro che nel film è una figura fin troppo caricaturale).
Rain Man alle prove concorsuali prenderebbe 30-30-30. Ma poi sul lavoro che affidabilità darebbe?
Poi c'è quello che studia tantissimo con lo scopo, una volta entrato, di non fare una mazza dopo.
C'è quello che studia tantissimo e vince ma è incapace di relazionarsi con gli altri perche' ha passato la vita a studiare e interagito solo con mamma e papà che gli han dato sempre ragione e detto che era il piu' bravo e va in crisi se viene contraddetto o viene rimproverato.
C'è quello che è un gran paraculo e cerca di rifilare le rogne agli altri sul lavoro.
Tutto questo indipendentemente dalla preparazione teorica.
Perché IL 90% DI QUELLO CHE STUDI NON SERVE A UNA BEATA M.....A SUL LAVORO.
Per lavorare ti servirà una preparazione specifica su quello che andrai a fare e gli uffici sono i piu' disparati (demografici, tributi, scuole, sociale) tutte cose che non si studiano nei concorsi. Nei concorsi si studia al massimo un po' di contabilità (ma provate a andare a lavorare all'ufficio finanziamento investimenti e ditemi se vi basta quel che avete studiato sul Simone), un po' di contratti e un po' di funzionamento del Comune generico.
Ci sarà un motivo che nel privato i "colloqui tecnici" sono sempre affiancati da colloqui attitudinali.
Quando facevo il vecchio lavoro nel privato e dove avevo 16 anni di esperienza, al momento di colloqui per nuove assunzioni mi raccomandavo alla responsabile di non scegliere il grande luminare di quel tipo di lavoro ma piuttosto anche uno che non lo avesse mai fatto ma che avesse avuto voglia di imparare e farlo.
In Comune è capitato che a fare i certificati all'anagrafe la vincitrice del concorso cat.C , avvocatessa e reduce da concorsi in magistratura sbuffasse, l'ultimo arrivato con 21 proveniente da una cartiera era contentissimo di lavorare al calduccio seduto ed era soddisfatto e interagiva bene con l'utenza.
Non serve una preparazione da consiglieri di Stato per fare la maggior parte dei lavori in Comune, ma purtroppo a causa del rapporto domanda-offerta il livello di selezione e quindi la preparazione dei vincitori sale sempre di piu'.
L' "eccellenza" per me, che poi è quella che vorrei avere come collega, è quello che sa fare il suo, da una mano agli altri, ci puoi fare 2 chiacchere, non rifila agli altri il lavoro, non si sente insoddisfatto, non getti merda sui colleghi per farsi bello.
Per me è lui l'eccellenza.
Sull'aleitorietà delle prove poi ne hanno già parlato.
Io nel posto attuale che sto ricoprendo (comune capoluogo di Regione) sono arrivato primo secco. Cio' nonostante parlando con molti altri colleghi arrivati nelle posizioni successive alle mie, loro erano molto piu' preparati di me.
Non sono un'eccellenza.
E non lo sei nemmeno tu, sorry.
Rispondi

Da: Anonima_SS  1  - 14/12/2019 13.47.38
Ma quali rinunce avresti fatto, che ci hai messo 10 anni prima di passare un concorso. Io con la vita che ti ho descritto ho passato il primo della mia vita, arrivando 56esima su 4.000
Non parlare a me di rinunce.
Rispondi

Da: Sandr0kan 14/12/2019 13.53.33
Art 18 Testo Unico dei Concorsisti
Titolo di Eccellenza
Il titolo di Eccellenza può essere concesso con decreto del Presidente della Repubblica su proposta del Ministro dell'interno ai concorsisti che:
-vincano in una delle prime 3 posizioni il primo concorso della loro vita
-vincano al primo posto almeno 3 concorsi consecutivi in Comuni capoluoghi di provincia
-abbiano svolto piu' di 20 concorsi senza mai essere stati segati in nessuno degli ultimi 20

ci rientri?
Rispondi

Da: Centrale di committenza14/12/2019 13.55.04
Grandissimo Sandr0kan.
Condivido tutto, compreso la preparazione che si ha studiando le materie del concorso.
Nell'ente dove lavoro, per il tipo di lavoro che svolgo non mi sono servite a niente, mentre mi avrebbe fatto comodo una laurea in economia o simile e una precedente esperienza in ambito economico-finanziario,  e sono un semplice istruttore amministrativo cat. C.
I miei colleghi che hanno tali caratteristiche sanno una valangata di cose più di me, che fin dalla prima prova ho conseguito un punteggio alto, molto più di loro, anzi nei loro confronti sono prima, ma non è servito a niente, perché fino a l'anno scorso quando ho iniziato, avevo fatto tutt'altro.
Rispondi

Da: Centrale di committenza14/12/2019 14.04.36
Da: Sandr0kan  14/12/2019 13.53.33


Art 18 Testo Unico dei Concorsisti
Titolo di Eccellenza
Il titolo di Eccellenza può essere concesso con decreto del Presidente della Repubblica su proposta del Ministro dell'interno ai concorsisti che:
-vincano in una delle prime 3 posizioni il primo concorso della loro vita
-vincano al primo posto almeno 3 concorsi consecutivi in Comuni capoluoghi di provincia
-abbiano svolto piu' di 20 concorsi senza mai essere stati segati in nessuno degli ultimi 20

ci rientri?
-------------------------------------------
Impiegato comunale? Assolutamente no!!!
Rispondi

Da: Anonima_SS 14/12/2019 14.17.34
Anche le eccellenze che ha elencato Sandrokan, non è poi detto che lavorativamente siano meglio degli altri...
Rispondi

Da: GinTonic82  14/12/2019 15.19.55
Ho, x curiosità, letto la Gazzetta Ufficiale di ieri e ho trovato, x la PRIMA volta, un concorso con la prova scritta a quiz + prova orale. Argomenti banalissimi. Tuel, 241/99, Privacy e poco altro. Il Comune lo conosco ed è un po' "sperduto" e piccolino però è un'ottima prox per chi cerca di entrare nella P.A.
Rispondi

Da: Blade21 14/12/2019 15.27.12
Quale comune?
Rispondi

Da: GinTonic82  14/12/2019 15.35.35
Serramazzoni in provincia di Modena.
Sono 3 posti, C1 ma mi pare di aver visto una riserva x interni. Però una sola prova scritta a quiz è la prima volta che la vedo..
Rispondi

Da: X gintonic 14/12/2019 15.40.48
Ma lo fanno pure per i d. E non capisco come possano
Rispondi

Da: Sandr0kan 14/12/2019 16.15.32
Speriamo che non finisca come il primo concorso che feci per vigile: scritto a crocette senza penalità, 200 ammessi all'orale, all'orale segati l'80% con domande pazzesche.
Rispondi

Da: GinTonic82  14/12/2019 16.19.04
Adesso che ci penso, mi ero dimenticata, io sono in graduatoria anche a Pesaro e anche lì la prova scritta era a crocette però è per un profilo più basso..tipo B3..
Rispondi

Da: Centrale di committenza14/12/2019 16.23.18
Da: Sandr0kan  14/12/2019 16.15.32


Speriamo che non finisca come il primo concorso che feci per vigile: scritto a crocette senza penalità, 200 ammessi all'orale, all'orale segati l'80% con domande pazzesche.
-------------------------------------------------------------------
Tu hai superato?
Rispondi

Da: Sandr0kan 14/12/2019 16.51.02
No
Rispondi

Da: impiegato_comunale  14/12/2019 18.56.00
Da: GinTonic82      14/12/2019 15.19.55
Ho, x curiosità, letto la Gazzetta Ufficiale di ieri e ho trovato, x la PRIMA volta, un concorso con la prova scritta a quiz + prova orale. Argomenti banalissimi. Tuel, 241/99, Privacy e poco altro. Il Comune lo conosco ed è un po' "sperduto" e piccolino però è un'ottima prox per chi cerca di entrare nella P.A.
----------------------

Io ho fatto diversi concorsi di cat. C del genere (con preselezione + prova scritta a quiz + orale)... dipende tutto dal Regolamento sui concorsi dell'Ente. In un Comune (Santeramo in Colle) invece l'esame fu: preselezione + prova scritta a domanda sintetica + prova pratica, senza orale. Invece in un altro (dove vinsi): preselezione + prova scritta a quiz + prova pratica al pc, senza orale. Tutti i concorsi dovrebbero essere così.
Rispondi

Da: impiegato_comunale  14/12/2019 19.01.47
Da: GinTonic82       1  - 14/12/2019 13.20.06
Non è detto. Io ad esempio ho preso 21 allo scritto (la sufficienza risicata) e all'orale 28 (il secondo voto più alto, il primo era quello dell'interna).  Se ci fossi stato tu in Commissione, saresti già partito prevenuto in sede di orale x il mio voto minimo allo scritto.
---------------

Anch'io all'ultimo concorso vinto presi 21 alla prova pratica. Io parlavo di coloro che prendono 21 in tutte le prove, o comunque che arrivano lontano dalle primissime posizioni. Che poi è pure sbagliato parlare di voto in un concorso, perché è tutto relativo. In un concorso difficilissimo, con un solo candidato idoneo in graduatoria che ha tutti 21 per me è un'eccellenza anche lui e merita il posto, perché si è dimostrato il più bravo di tutti.
Rispondi

Da: Sandr0kan 14/12/2019 19.01.51
https://ibb.co/KNztSGp
Rispondi

Da: Luie.  2  - 14/12/2019 21.30.10
Impiegato comunale hai vinto un concorso a crocette dopo dieci anni di tentativi e senza lavorare contemporaneamente.  Ma de che stiamo a parlare?
Rispondi

Da: @ Luie14/12/2019 22.08.13
Ha sempre detto che se l'ha presa moooolto comoda.
Rispondi

Pagina: 1, 2, 3, 4, 5, 6, ..., 285, 286, 287, 288, 289, 290


Aggiungi la tua risposta alla discussione!

Il tuo nome
Testo della risposta
Aggiungi risposta
 
Avvisami per e-mail quando qualcuno scrive altri messaggi
  (funzionalità disponibile solo per gli utenti registrati)