Login |  Registrati 

NB: La redazione di mininterno.net non si assume alcuna responsabilità riguardo al contenuto dei messaggi.

Concorso MAGISTRATURA 2017
8236 messaggi, letto 561964 volte

Torna al forum  - Rispondi    


Pagina: 1, 2, 3, 4, 5, 6, ..., 270, 271, 272, 273, 274, 275

Da: Vabbè20/08/2017 09.56.28
Engineer mi ricorda certi amici del liceo, transitati a facoltà scientifiche, che mi deridevano per aver scelto giurisprudenza. Dovrei dirgli che fine hanno fatto..
Ciò detto, il diritto è anche matematica. Basta leggersi le opere del consigliere di stato Bellomo (per esteso, perché un ingegnere forse non sa neanche cos'è il Consiglio di Stato).
Rispondi

Da: marialuisa 20/08/2017 10.06.27
Ma le vostre compagne ke dicono ke anke di sabato sera scrivete post lunghi su un forum
Rispondi

Da: The Engineer --> Vabbè20/08/2017 10.34.35
A dir la verità sono le facoltà scientifiche quelle che offrono i maggiori sbocchi lavorativi, e con retribuzioni decisamente più alte. Inoltre ti danno una professionalità che è anche spendibile all'estero, se uno volesse fuggire da un Paese oggettivamente in via di declino irreversibile.

Il diritto è matematica? Non diciamo sciocchezze. Il livello di complessità e di astrazione del pensiero matematico non ha nulla a che vedere con quelle 4 regolette (in Italia quasi mai rispettate) che costituiscono il diritto.
L'unica forma di matematica applicabile è la logica, ma ad un livello decisamente basilare, considerando l'analfabetismo funzionale dei parlamentari legislatori italiani (tra l'altro, quasi tutti avvocati).
Rispondi

Da: The Engineer --> Vabbè20/08/2017 10.44.13
Aggiungo al ms precedente:

cioè, le leggi ve le scrive Renzarelli, la Boschi e la bella addormentata nel bosco Madia, o qualche mafiosetti che ogni tanto compare in Parlamento e voi state lì ad interpretarle? Ma cosa volete interpretare?

Ma dedicatevi ad una disciplina seria!
Rispondi

Da: la_michi20/08/2017 10.48.29
Ma lasciate stare passante che è davvero un'ottima persona. Non capisco questo accanimento. Propongo a tutti i frequentatori del forum di elevare il tono, parlando solo di problematiche giuridiche. E ai moderatori di introdurre la registrazione o cancellare i post molesti. Grazie.
Rispondi

Da: @Tutti 20/08/2017 10.52.07
Questa volta mi piaci.
Bisogna essere assai disturbati (e nullafacenti) per dossierare le vite altrui.
E bisogna essere assai ingenui per ritenere che una qualunque PA non verifichi la presenza dei requisiti richiesti (gia' autocertificati) prima di far firmare contratti o disporre assegnazioni.
Gli uffici preposti ti scannerizzano anche l'iride, per molto meno di una vittoria di concorso.
Questi non hanno mai visto l'esito di un concorso né, probabilmente, di una procedura per contratto di impiego.
Rispondi

Da: VelaBlu 20/08/2017 10.57.48
Anche io credo che non sia stato lui a pubblicare quelle notizie. Qualcuno vuole colpirlo.
Rispondi

Da: @MariaLuisa 20/08/2017 11.01.37
Da dove piovi?
Ci vuole un minuto e mezza per digitare un post "lungo", se sai scrivere e sai cosa scrivere.
E basta un cellulare per farlo da qualsiasi meridiano e parallelo del pianeta, compresi fusi orari diversi dal tuo.
Infine: le "compagne", il "sabato", "che dicono"?
Non ci credo che una donna chieda questa roba nell'Anno Domini 2017 in un Paese a base democratica e costituzionale europeo. Non ci credo.
Rispondi

Da: la_michi20/08/2017 11.04.35
ma tanto, questi post non se li fila nessuno, finiranno sepolti nell'indifferenza, com'è giusto. Inutile continuare a ricamarci su, non diamo peso a chi utilizza il forum per bambinate, pensiamo a studiare, scambiamoci consigli utili. Mi pare che il modo migliore sia ignorarli.
Rispondi

Da: @Vela 20/08/2017 11.07.27
Più che altro inquieta chi dopo mezz'ora era a calcolare date di nascitanascita ipotizzando il vizio per la mancanza di requisiti.
I fautori delle scie chimiche che stanno tra i banchi a Roma hanno fatto più danni della grandine.
Rispondi

Da: VelaBlu 20/08/2017 11.11.00
Infatti si è capito dopo dove volevano andare a parare. Proprio per questo ho iniziato a dubitare che quel lungo post fosse davvero di Passante. Qualcuno vuole screditarlo.
Rispondi

Da: grigio20/08/2017 12.36.41
Magari qualche buontempone sfaccendato. Non darei peso.....
Rispondi

Da: marialuisa 20/08/2017 13.11.16
Capisco che a voi renziani la parola compagne vi agiti
Rispondi

Da: @marialuisa 20/08/2017 13.42.34
Non hai colto.
È proprio l'idea del rendere conto ad altri di una propria azione, peraltro leggera come scrivere un post, che mi orripila.
A maggior ragione se la limitazione individuale è motivata da un rapporto di coppia, che dovrebbe essere la massima espressione di solidarietà e difesa reciproca della libertà personale.
Scrivere un post che coltiva un interesse personale non toglie tempo o attenzione ad una compagna (o ad un partner in generale), in un rapporto equilibrato.
Perché altrimenti andare a fare la spesa o lavorare distrae tempo.
Se il rapporto è funzione totalizzante, è un attimo tornare al momento in cui è bene che tu stia a casa a fare figli, perché il tuo ruolo sociale è di essere mia moglie e madre dei miei figli.
E da donna non ci vorrei mai tornare.
Per cui ben venga la libertà di scrivere post lunghi il sabato sera o la domenica, dedicando a propri interessi alcuni ritagli di tempo senza essere richiamati all'ordine familiare.
Che può ben sopravvivere per mezz'ora ed ha tutto il resto dello spazio.
Rispondi

Da: per@marialuisa20/08/2017 13.56.44
Quando sei un rapporto - quale che sia - devi rendere conto ad altri delle tue azioni. E' un concetto giuridico, oltre che sociale. Se vuoi fare i fatti tuoi, liberamente e, magari, arbitrariamente, devi stare da sola. O con chi la pensa come te. 
Rispondi

Da: @marialuisa 20/08/2017 14.24.53
Rendi conto a te stesso delle tue azioni, sempre e comunque.
Perché le conseguenze saranno sempre a tuo carico, se sei parte.
Dunque è a te stesso che rendi conto ed è un principio di autodeterminazione che mi convince.
Se hai bisogno dell'incentivo del richiamo altrui, per onorare i tuoi impegni, siamo fuori dalla capacità di autodeterminazione e parliamo di un sistema a base coercitiva.
Mi piace pensare che ciascuno scelga liberamente e onori gli impegni assunti solo con la propria capacità di rispettarli.
L'esigenza di una protezione "fuori" dalla capacità delle parti di mantenere i propri impegni (ciascuno con se stesso e, solo per l'effetto, anche reciprocamente) è quella che tiene in piedi il servizio
protezionistico mafioso, per esempio.
Occorre sviluppare la capacità individuale di tenere fede ai propri impegni a prescindere da interventi esterni.
Rispondi

Pagina: 1, 2, 3, 4, 5, 6, ..., 270, 271, 272, 273, 274, 275


Aggiungi la tua risposta alla discussione!

Il tuo nome
Testo della risposta
Aggiungi risposta
 
Avvisami per e-mail quando qualcuno scrive altri messaggi
  (funzionalità disponibile solo per gli utenti registrati)