>Concorsi
>Forum
>Bandi/G.U.
 
 
 
 
  Login |  Registrati 

NB: La redazione di mininterno.net non si assume alcuna responsabilità riguardo al contenuto dei messaggi.

Ricorso al Presidente della Repubblica - nuova norma?
5 messaggi, letto 6722 volte

Registrati per aggiungere questa o altre pagine ai tuoi Preferiti su Mininterno.

Torna al forum  - Rispondi    


Da: Fettynox8210/03/2016 18.30.47
Il sottoscritto vorrebbe presentare un ricorso al Presidente della Repubblica per una questione privata per quanto riguarda l'esclusione da un concorso pubblico nella Guardia di Finanza e quindi in questo caso Ministero competente quello dell'Economia e delle Finanze, so che ho 120 giorni di tempo per la presentazione del ricorso dal giorno in cui mi è stato notificato l'atto di esclusione. Leggendo il DPR 1199/1971, la legge introdotta n. 111/2011 e la circolare n. 9 del 2013 redatta dal Ministro dell'Interno, non ho ben capito le modalità di inoltro ricorso e pagamento a mezzo F23 del contributo di 650euro . In sintesi, ripeto, dovrei presentare ricorso contro un atto emanato dalla Guardia di Finanza relativo ad un concorso pubblico e in questo caso Ministero competente quello dell'Economia e delle Finanze, ma in sostanza da pubblico cittadino senza appunto l'ausilio di un avvocato, una volta redatto il ricorso a chi debbo intestarlo, a chi debbo consegnarlo e soprattutto come fare a pagare il contributo?

Grazie 1000
Rispondi

Da: ...10/03/2016 22.58.47
Il ricorso va notificato all'organo che ha emanato l'atto che intendi impugnare e ad almeno un controinteressato se esistente.
Il pagamento del c.u. va indirizzato alla stessa amministrazione  con versamento f23, con codice 941T ( codice tributo) e 969 (codice ufficio Consiglio di Stato).
Tuttavia, sarebbe consigliabile farsi assistere da un legale nella stesura e inoltro del ricorso.
Rispondi

Da: Fettynox8211/03/2016 12.03.43
Grazie della risposta.
Molto esaustivo.
Ma i "controinteressati" chi sarebbero? Inoltre è confermato che il c.u. è di 650euro? Infine l'invio può avvenire a mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno?
Grazie 1000

ps: purtroppo non posso permettermi l'assistenza di un legale :(

Rispondi

Da: Coby 1  - 12/03/2016 16.46.59
ciao, io alcuni anni fa ho presentato un ricorso al Capo dello Stato contro il Ministero dell'Interno, comunque sia la procedura per questo tipo di ricorso è sempre uguale, qualunque sia l'Amministrazione contro la quale vuoi agire.
Andiamo con ordine. Per prima cosa, visto che farai tutto da solo, fai attenzione a come scrivi il ricorso... Deve essere dettagliatissimo, con una chiara esposizione dei fatti e poi di quello che vuoi contestare, con un quadro normativo di riferimento, e quindi dovrai citare tutte le norme di legge che ritieni siano state violate, eventuali orientamenti della gurisprudenza che vanno a tuo favore, etc etc. Ricorda anche di presentare, se ci sono i presupposti, l'istanza cautelare di sospensione dell'atto impugnato (trattandosi di un concorso, i presupposti credo che ci siano, sempre che il tuo ricorso abbia buone basi di fondatezza). Una volta che hai scritto il ricorso, lo dovrai inviare alla Presidenza delle Repubblica e ad almeno uno dei controinteressati (quindi ad almeno uno dei partecipanti idonei al concorso); vai quindi presso l'Ufficio Notifiche del Tribunale più vicino a te con il numero di copie necessario (2, più quella che andrà al controinteressato); pagherai solo le spese di notifica (prima si aggiravano sui 8/10 euro, ora non so, comunque la spesa è contenuta). Porta con te la prova dell'avvenuto versamento del contributo unificato, lo puoi pagare anche in un tabacchino, l'importante è che poi compili il modulo, lo puoi scaricare qui: http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/wcm/connect/27143b80426a6edd9e959fc065cef0e8/Comunicazione+di+Vesamento+del+Contributo+Unificato.pdf?MOD=AJPERES&CACHEID=27143b80426a6edd9e959fc065cef0e8
L'Ufficio notifiche del Tribunale provvederà a recapitare il tutto alla Presidenza della Repubblica e al controinteressato, dopodichè ti arriveranno a casa le cartoline con l'indicazione che i ricorsi sono stati notificati; a quel punto torni all'Ufficio Notifiche del Tribunale con la cartolina, e loro ti daranno l'originale del Ricorso notificato. Tu lo dovrai mandare all'Ente che ha bandito il concorso (in questo caso il Comando Generale della Guardia di Finanza), che lo dovrà poi trasmettere immediatamente al Ministero competente (in questo caso il Ministero dell'Economia e delle Finanze). L'invio del ricorso notificato può essere fatto anche con una semplice raccomandata A/R. Una volta fatto tutto questo, devi solo aspettare: la Presidenza della Repubblica scriverà al Ministero dell'Economia e delle Finanze, e verrà avviata l'istruttoria. Il Ministero ha qualche mese di tempo per preparare una relazione, che dovrà poi essere inviata a te, e ti assegneranno un termine entro il quale replicare, dovrai in pratica fare una tua contro-relazione per sostenere le tue tesi contro quelle del Ministero, e inviarla per raccomandata sempre al ministero. Ovviamente, anche il controinteressato potrà presentare controdeduzioni (e chiedere anche la trasposizione del giudizio innanzi al TAR). Una volta esaurita questa fase, il Ministero manda tutto quanto al Consiglio di Stato, che prenderà la decisione finale e la comunicherà alla Presidenza della Repubblica; in base a questa decisione il Capo dello Stato firmerà il decreto con cui dirà se il tuo ricorso è accolto o respinto. Sappi che, in tutto, possono passare anche due anni e oltre... E' una procedura un po' contorta, io ti consiglio comunque di fare uno sforzo economico e cercare un avvocato, sia per essere sicuro di avere un ricorso fatto bene e con tutti crismi, sia per evitare di incasinarti fra notifiche e memorie di replica. Saluti
Rispondi

Da: Giuseppe 15/01/2020 01.26.52
Buonasera a tutti, io ho fatto nel 2010 al presidente della repubblica ma ad oggi non ho avuto nessuna risposta, lo fatto con un avvocato di roma
Rispondi


Aggiungi la tua risposta alla discussione!

Il tuo nome

Testo della risposta

Aggiungi risposta
 
Avvisami per e-mail quando qualcuno scrive altri messaggi
  (funzionalità disponibile solo per gli utenti registrati)