Login |  Registrati 

NB: La redazione di mininterno.net non si assume alcuna responsabilità riguardo al contenuto dei messaggi.

Preparazione al concorso referendario TAR
37964 messaggi, letto 1966043 volte
 Discussione ad accesso limitato, solo gli utenti registrati possono scrivere nuovi messaggi

Registrati per aggiungere questa o altre pagine ai tuoi Preferiti su Mininterno.

Torna al forum    


Pagina: 1, 2, 3, 4, 5, 6, ..., 1261, 1262, 1263, 1264, 1265, 1266

Da: Ivanvinni   1  1  - 16/01/2019 15.13.28
Grazie

Da: Un passante  
Reputazione utente: +71
16/01/2019 16.13.06
Ai consigli di Fronte aggiungo anche i colleghi che mi hanno parlato benissimo di Direkta e Jus for You. In particolare mi pare che Jus for You faccia anche solo Contabilità, ma controlla tu stesso!
Fermo restando che sarà un grave problema per te quando vincerai (di nuovo) Tar e poi pure Corte conti e sarai costretto a scegliere... 😉😂😂😂
Problemi che per fortuna io non avrò mai!
Saluti passanti chi ha il coraggio di ricominciare osannanti

Da: avvtriste 16/01/2019 16.55.55
jus for you c'è la morgante che è molto brava, mi unisco agli auspici di passante, vincerai facile tar, non buttare i soldi a corte.....

Da: Ivanvinni   2  2  - 16/01/2019 17.57.10
Dai.....,, 🤘🤘🤘🤘🤘🤘🤘🤘🤘🤘🤘🤘
Devo andare a Toccare Rocco Siffredi

Da: Ivanvinni   1  - 16/01/2019 18.01.58
Poi proprio oggi che mi hanno nuovamente chiesto di fargli avere copia della mia domanda....

Da: aniave 16/01/2019 18.25.45
per i titoli?

Da: gemy 79  17/01/2019 07.49.52
Io onestamente non credo proprio che riescano a terminare correzioni per estate..Ora stanno valutando titoli o sbaglio?

Da: panormita  1  - 17/01/2019 07.58.16
Per Fronte, ti consiglierei quello direkta. Forse costa un po' di più, ma ti consente, se vuoi, di registrarti/scaricarti le lezioni e fornisce una buona preparazione. Come ho scritto in un'altra chat, molti degli ultimi vincitori erano stati allievi dei loro corsi. Anche io ho sentito parlare molto bene della Morgante e duqnue presumo che se c'è lei come docente anche il corso jus for you sia idoneo a darti una buona preparazione in  contabilità.

Da: Admaiora84   1  - 17/01/2019 15.36.11
@gemy79 Io anche ho molti dubbi che ce la facciano entro l'estate.
Il Presidente però in aula disse abbastanza convinto che contavano di farcela entro l'estate, nonostante la valutazione dei titoli.
Parlò espressamente di giugno. Sarebbe interessante sapere se hanno già iniziato le correzioni o quando prevedono di farlo.

Da: aniave  1  - 17/01/2019 16.00.18
Ciao Admaiora84, ricordo anche io. Però. noto che mentre per il sito del ministero della Giustizia c'è un aggiornamento continuo, per questo concorso, nonostante la "trasparenza" non pubblicano mai alcun aggiornamento.

Da: Fontedelpoggio  2  - 17/01/2019 16.05.35
costituisce principio generale dell'ordinamento che fino alla conclusione del procedimento amministrativo non si fa luogo ad alcuna forma di pubblicità.

Da: gemy 79  17/01/2019 17.59.49
Io sto cercando di studiare per corte conti ma veramente e troppo dura..anche per non pensare ai risultati del tar..

Da: mirtillamalcontenta 17/01/2019 18.34.52
gemy
come ti capisco....

Da: Fontedelpoggio  1  - 18/01/2019 11.01.37
Fuori dai centri commerciali scaffali senza permesso di costruire
Non serve autorizzazione alle strutture che non creano nuova volumetria
Via libera all'utilizzazione di piazzali, per i centri che vendono materiali che possono restare all'aria aperta: lo precisa il Consiglio di Stato con la sentenza 14 gennaio 2019 n. 337, favorevole ad un complesso commerciale.
Secondo i giudici, il Comune non può disporre la demolizione di scaffalature realizzate a servizio del complesso commerciale, per mancanza di permesso di costruire, qualora si tratti di strutture che non abbiano tecnicamente dato vita ad una nuova volumetria, siano rimovibili e generino volumi variabili a seconda della quantità di materiali riposti. Ciò tanto più se le strutture ricadono su un'area esterna all'edificio di un centro commerciale, già pavimentata e destinata alla vendita all'ingrosso e al dettaglio di prodotti per l'edilizia, nonché al ricevimento e stoccaggio di merci.
Nel caso specifico le strutture risultavano prive di chiusure laterali e coperte, talora, soltanto da lastre di materiale plastico: quindi, non risultavano idonee a perimetrare un volume rilevante a fini edilizi. Secondo i giudici di appello, in questi casi non si è dinanzi ad una nuova costruzione che esiga il permesso di costruire: al più, in quanto strutture funzionali al commercio di materiali e prodotti, il Comune avrebbe potuto richiedere una Scia, senza tuttavia minacciare la demolizione della struttura.
I giudici hanno quindi condiviso la tesi dell'impresa, la quale sosteneva che si discutesse solo di scaffalature metalliche destinate all'esposizione e al deposito della merce in vendita: quindi, strutture metalliche di altezze e dimensioni variabili, aperte su quattro lati, in taluni casi sormontate da lastre in plexiglas a protezione delle merci collocate nella parte superiore, fissate alla pavimentazione esterna, per ragioni di sicurezza, mediante semplici tasselli, facilmente smontabili e agevolmente amovibili.
Le norme che regolano la materia, ed in particolare la necessità del permesso di costruire, sono l'articolo 3, comma 1 lettere e.5 ed e.7 del Dpr 380/2001, le quali collegano la necessità del permesso di costruire alle modifiche «permanenti» che si intendano soddisfare. Depositi e magazzini, nonché attività produttive all'aperto con trasformazione permanente del suolo inedificato, esigono infatti uno specifico permesso, che viene ad esempio richiesto per collocare container collocati in area privata (Tar Salerno, 1/2019), anche se con mera funzione pertinenziale. Non possono quindi usarsi, ad esempio, come spogliatoi di associazioni sportive elementi prefabbricati destinati a soddisfare le esigenze permanenti (Consiglio di Stato, 4116/2015).
Un peso determinante per escludere la necessità del permesso di costruire è stato riconosciuto alla circostanza che le strutture impegnavano aree esterne appositamente destinate e realizzate per la vendita, il ricevimento e lo stoccaggio delle merci, dotate di pavimentazione di tipo industriale, quindi poco più che mere attrezzature di lavoro soggette al solo rispetto della relativa normativa di sicurezza (Dlgs 81/2008), in quanto funzionali all'attività da svolgere negli spazi pertinenziali esterni del complesso commerciale.
©
Guglielmo Saporito

Pagina: 1, 2, 3, 4, 5, 6, ..., 1261, 1262, 1263, 1264, 1265, 1266


Torna al forum