Login |  Registrati 

NB: La redazione di mininterno.net non si assume alcuna responsabilità riguardo al contenuto dei messaggi.

Ma voi trovate lavoro?
985 messaggi, letto 17700 volte

Registrati per aggiungere questa o altre pagine ai tuoi Preferiti su Mininterno.

Torna al forum  - Rispondi    


Pagina: 1, 2, 3, 4, 5, 6, ..., 28, 29, 30, 31, 32, 33

Da: Salamellaro 2  - 31/03/2017 17.21.45
Il partito mi ha insegnato che noi gente comune non possiamo capire cosa veramente sia giusto per noi. Abbiate fiducia nel PD
Rispondi

Da: x sopra 1  - 03/04/2017 10.03.41
Sì, avremo fiducia...nel Partito Dementi.
Rispondi

Da: il problema è la POLITICA schifosa03/04/2017 10.05.48
   
Fa in modo di mandare via centinaia di migliaia di cervelli formati e istruiti e dà le poltrone a semi-analfabeti merdosi che giocano a calcetto per fare i ministri o i manager e alti burocrati di "nomina politica", al fine di continuare a distruggere il nostro paese.
E' meglio importare popoli senza identità e mandare via i formati, affinchè qui si continui a non capire nulla e VOTARE PER LA MERDA che tiene in ostaggio  parlamento e potere di legiferare (e che leggi! tutte orientate allo sfascio e al vermismo)
Se non fosse per questa merdosità politica non ci sarebbero l'IMPUNITA', la DERESPONSABILIZZAZIONE (in Italia il delitto, come ogni reato, paga), lo sporco, fisico e morale;  tutto questo aumenta  e si diffonde proprio  perchè NON PUNITO e voluto dal sistema (leggi schifose; giustizia lenta ma prescrizione veloce; laureati all'estero e poltronati mafiotici in politica e nelle aziende; barconi di popoli senza identità a sostituzione etnica pianificata; ecc. ecc. ecc.).
Il tedesco che in Tedeschia non getta una cicca terra (perchè scattano le sanzioni!!!!!) quando viene in Italia sfascia tutto, perche' il sistema voluto da questa schifosa politica non punisce niente e nessuno e VUOLE che viviamo nello sporco e nello sfascio.
E siccome decadenza richiama altra decadenza...la distruzione, per preciso disegno politico-ideologico-dittatoriale, è servita.



Rispondi

Da: il tedesco...03/04/2017 10.13.12
..in Tedeschia non getta una cicca per terra, ma quando viene in Italia sporca come tutti gli italioti-elettori della merda politica al costante potere...perchè siamo circondati di sporco e sporco richiama sporco. E non ci sono sanzioni! NOn ci sono la cultura e il sistema della RESPONSABILITA', che invece in germania sono sovrani.

Allo stesso modo ..l'italiota quando va in Tedeschia NON GETTA UNA CICCA PER TERRA !! Perchè? Perchè lì, a differenza di Cialtronia, c'è un sistema sanzionatorio di responsabilizzazione e di punizione e sanzione!!!

E invece la merda politica quando va in televisione dice "se è tutto sporco e se c'è evasione dei biglietti della metro ecc ecc... è colpa della GGENTEEEEE"

Ah merde politiche?!  E' colpa VOSTRA!  Perchè volutamente non sanzionate i comportamenti scorretti e favorite VOLUTAMENTE le furberie, i disastri e le corruttele (anzitutto vostri!). BESTIE merdose. Voi e chi vi vota.



Rispondi

Da: Comunista03/04/2017 10.19.19
Lo sfascio e lo sporco servono alla dittatura.
Perciò io sono favorevole: NON PUNITE NESSUNO ALTRIMENTI LA DITTATURA è SPACCIATA. Se tutto funzionasse non potremmo dominare il popolino sporco, affamato, povero, in continua concorrenza di welfare e servizi, nello sfacelo infrastrutturale, nel gap di civiltà e modernità, nella convulsione multi-popoli chiassosa e confusa,.....: solo così noi dittatori possiamo allignare e prosperare.
W la dittatura. W il comunismo. W la teoria del CAOS.
Rispondi

Da: Fascista03/04/2017 11.08.34
X Comunista.
Sono d'accordo. Anche noi fascisti auspichiamo le stesse identiche cose al fine di dominare.
Rispondi

Da: ho  letto03/04/2017 11.15.23
che Paolo Ielo, magistrato di mafia-capitale ha detto:

"La classe dirigente è selezionata dalla corruzione".

Si riferisce alla politica. A quella classe dirigente, o pseudo-tale, che di dirigente ha solo lo stipendio, auto-attribuitosi!.
Nessuna competenza, nessuna statura morale, nessuna capacità. Una politica che è in pratica "la serva sciocca" di ideologie votate alla distruzione dell'Italia, mentre nel frattempo si riempie la pancia attraverso ruberie, furbizie, raccomandazioni nepotistiche, corruttela, manipolazione e uso privato della cosa pubblica (=dittatura), leggi pro-rei volte allo sfacelo (e allo sfracello), menzogne, clientelismo .
Il pesce puzza dalla testa.
Rispondi

Da: Art.4 03/04/2017 13.37.47
Lavoro quella parola scritta tanto per nella costituzione?
Il ministro Poletti ha detto che bisogna andare a giocare a pallone, sennò chi te lo da!
Rispondi

Da: Croft07/04/2017 23.31.04
E allora piangete piccoli falliti anonimi non capite un cazzo e aspettate il lavoro che vi cada tra le braccia mentre siete col ciuccio in bocca
Rispondi

Da: PER TUTTI22/11/2017 12.08.37
Io faccio l'avvocato d'affari mi do da fare non come voi che non fate un cazzo brutti poveracci.. io sto sui 5k al mese
Rispondi

Da: Laureato pentito17/03/2018 16.31.32
Sono pentito più dei miei peccati di aver deciso di laurearmi in legge. Dopo la laurea, master e abilitazione forense non si ha nulla in mano se non si ha dietro le spalle uno studio importante e/o dei parenti influenti che ti sistemino. Inutile prendersi in giro..
Rispondi

Da: Gerunzio18/06/2018 12.57.36
Investire in soggiorni esteri perfezionando la lingua locale e qualificandosi con brevi corsi universitari richiesti per i vati eapporti di impiego/ lavoro. Dopo 6 mesi max 1 anno é  fatta
Rispondi

Da: Disilluso_2 1  - 11/07/2018 22.23.37
Io ho 38 anni, due lauree (ovvero triennale + magistrale + altra triennale + ora sono al II° e ultimo anno magistrale di economia), un master, lavoro dai 18 anni a parte un breve periodo in concomitanza di tirocinio, erasmus e preparazione tesi (ho comunque 13 anni di contributi), parlo discretamente bene 3 lingue... fortunato, direte voi...
...
...
...
...certo, peccato che faccia un lavoro per cui è prevista la 3 media, come assistente anziani e disabili (e vado dal lavare i piatti e i cessi, spazzare per terra quando va bene, a pulire i c##i se necessario), pesante sfruttato, sottopagato, stressante. Tanto che sinceramente mi trovo a invidiare i netturbini o le donne che puliscono le scale del mio condominio: anche i loro saranno lavori duri e sottopagati ma almeno non respirano odori biologici o si trovano a gestire pazienti aggressivi.
Purtroppo, pur avendo inviato centinaia di curriculum, tutte le porte si chiudono: o sono troppo qualificato o troppo vecchio o senza esperienze in altri settori.

PS le mie lauree non sono in ambito sanitario, votazioni e tempi di laurea sono più che ottimi. Avevo iniziato a lavorare nel settore assistenziale per mantenermi agli studi...e non ho mai avuto altre proposte. sono davvero stufo di questa condizione ma in effetti non so far niente. nessuno mi ha mai dato la possibilità di mettere in pratica quanto imparato.
Rispondi

Da: Notaioooooooo 11/07/2018 22.45.56
Bhe almeno lavori
Rispondi

Da: Sei... 11/07/2018 23.25.36
...laureato in legge? Vai a fare l'avvocato ed ecco che il lavoro l'hai trovato!
Rispondi

Da: GinTonic82  11/07/2018 23.38.59
Da: Disilluso_2     1  - 11/07/2018 22.23.37
Io ho 38 anni, due lauree (ovvero triennale + magistrale + altra triennale + ora sono al IIï¿° e ultimo anno magistrale di economia), un master, lavoro dai 18 anni a parte un breve periodo in concomitanza di tirocinio, erasmus e preparazione tesi (ho comunque 13 anni di contributi), parlo discretamente bene 3 lingue... fortunato, direte voi...
...
...
...
...certo, peccato che faccia un lavoro per cui è prevista la 3 media, come assistente anziani e disabili (e vado dal lavare i piatti e i cessi, spazzare per terra quando va bene, a pulire i c##i se necessario), pesante sfruttato, sottopagato, stressante. Tanto che sinceramente mi trovo a invidiare i netturbini o le donne che puliscono le scale del mio condominio: anche i loro saranno lavori duri e sottopagati ma almeno non respirano odori biologici o si trovano a gestire pazienti aggressivi.
Purtroppo, pur avendo inviato centinaia di curriculum, tutte le porte si chiudono: o sono troppo qualificato o troppo vecchio o senza esperienze in altri settori.

PS le mie lauree non sono in ambito sanitario, votazioni e tempi di laurea sono più che ottimi. Avevo iniziato a lavorare nel settore assistenziale per mantenermi agli studi...e non ho mai avuto altre proposte. sono davvero stufo di questa condizione ma in effetti non so far niente. nessuno mi ha mai dato la possibilità di mettere in pratica quanto imparato


A me sembra impossibile.
Rispondi

Da: Disilluso_221/07/2018 11.58.16
Non avrei alcun motivo per mentire. Conosco altre persone nelle mie condizioni (ovvero che fanno il mio stesso lavoro con una laurea - nessuno ha due titoli).
Sull'estrema difficoltà di cambiare settore lavorativo oltre i 30-35 anni mi sembra evidente, non credo sia necessario dimostrarlo. Purtroppo il mercato del lavoro è squilibrato ed alterato da misure di contrasto alla disoccupazione: quante volte mi sono proposto per un TIROCINIO in altro settore (ma attinente ai miei studi), ma di solito si  preferiscono "risorse" under 30 perché vi è la possibilità di attivare un contratto di apprendistato, o forse perché ritengono che si hanno meno pretese. Credo di aver inviato *almeno* 500 CV  negli ultimi anni. Mi hanno chiamato spessissimo per mansioni simili alla mia, spesso con livello INFERIORE a quello con cui sono inquadrato. Ho fatto DUE colloqui per posizioni differenti "decenti": in una multinazione della GDO nel ruolo di assistente direttore HR (Cadet program post universitario) e nel ruolo di direttore HR per un'agenzia di tipo finanziario abbastanza importante. Sono arrivato alla fase finale di entrambee le selezioni.

PS per "mansioni simili" intendo tutto il mondo dell'assistenza, quindi cooperative sociali e similari, i cui stipendi per un contratto di 38 ore vanno dai 90 ai 1200 euro (quest'ultima cifra, appunto, se si lavora con gli anziani, disabili, ecc su turni). Location: pieno NORD

PPS ho un DL in Scienze Giuridiche e collaboro anche in tribunale dopo concorso... per 1500 euro  lordi/anno
Rispondi

Da: racconto la mia 21/07/2018 15.38.03
È sempre brutto leggere di persone che hanno investito la loro vita nello studio e che ora si trovano con un pugno di mosche in mano. Io mi sono laureata in economia (neanche tanto presto) ho 35 anni e da due anni ho vinto un concorso pubblico al nord. Dopo vari concorsi, vari 'le faremo sapere" e varie offerte fantasma, ho fatto qualche anno di disoccupazione ma non mi sono mai arresa e ho sempre pensato che prima o poi ce l'avrei fatta. Penso che il limite principale sia quello di pensare ai raccomandati e al fatto di non potercela fare a concorrere con centinaia di migliaia di persone: in questo modo si perde già in partenza.
Noto poi che ci sono molte persone che continuano a mettere titoli su titoli, lauree su lauree, oltre che a studiare per abilitazioni che non servono a meno che non si voglia seguire la strada della libera attività. Io mi chiedo, anziché studiare per prendere altri titoli e far guadagnare le università perché non studiare seriamente per un concorso?
Rispondi

Da: per racconto la mia 21/07/2018 15.41.29
il concorso per quale posizione l'hai vinto?
Rispondi

Da: falegnamee21/07/2018 19.16.22
Tanto con Di Maio il mondo del lavoro emerge !!!!!!!!! quante chiacchiere ragazzi , stanno meglio l'immgrati, sono molto più tutelati.Mi dispiace solamente per chi non lavora nel nostro paese, deve andare via !!!!!!!!
Rispondi

Da: per Raccontolamia - Disilluso_222/07/2018 11.25.02
Io sto lavorando e studiando da sempre per un mio progetto. Mio papà è stato dipendente pubblico per una dozzina di anni (docente scuole superiori) e a 37 anni si licenziò per fondare una sua realtà imprenditoriale, che ha avuto enorme successo e che ha venduto con profitto andando in pensione.
Sono cresciuto con quella propensione ad intraprendere. Non ho mai chiesto "spintarelle" o raccomandazioni, nemmeno da lui. Da figlio unico, probabilmente potrei anche non lavorare e vivere di rendita.

PERO'

Confidavo nel fatto che una normale capacità personale e una buona dose di impegno (sono sono un genio né un fuoriclasse) permettessero la realizzazione dei propri obiettivi. Pensavo che avrei fatto un po' di strada come dipendente prima di lanciarmi in un'avventura imprenditoriale. Così non è stato, ne prendo atto. Fortunatamente ho messo da parte qualche soldo per poter investire.

Non si può pretendere che l'impiego publico sia la soluzione alla disoccupazione italiana. L'impiego pubblico non può essere lo status sociale più ambito... qualcosa (molto) non funziona...
Rispondi

Da: falegnamee22/07/2018 12.44.04
in Italia l'industria paga troppo per lavorare, con questo si aiuta con le solite agevolazioni !!!!!!!!! ecco perchè non funziona, si va avanti con la solita storia, non c'è niente di made in Italy !!!!!
Rispondi

Da: racconto la mia 22/07/2018 20.57.10
per chi me lo chiedeva sopra...
attualmente sono un funzionario

@disilluso
allora non dovresti lamentarti visto che come ben sai, intraprendere un'attività è un rischio e a dire il vero, nella maggior parte delle attività in cui si vuole investire, non servono nemmeno grandi studi o lauree particolari... semplicemente servono due cose per far decollare un progetto imprenditoriale: l'idea e il capitale. Tutto il resto è relativo.
Ti auguro comunque di poter raggiungere anche tu, come tuo padre, il tuo obiettivo, ma la triste realtà di oggi in Italia è che il posto statale diventa la soluzione migliore per chi vuole uno stipendio fisso e mettere su famiglia con una discreta serenità.
Rispondi

Da: Bravo 22/07/2018 22.01.55
io sono Avv e guadagno 5 mila annui netti
Rispondi

Da: Barbaraaa 23/07/2018 07.04.53
Io laureata in economia, ho sempre lavorato anche durante gli studi, mai un giorno a casa. Sono di Roma.
Rispondi

Pagina: 1, 2, 3, 4, 5, 6, ..., 28, 29, 30, 31, 32, 33


Aggiungi la tua risposta alla discussione!

Il tuo nome
Testo della risposta
Aggiungi risposta
 
Avvisami per e-mail quando qualcuno scrive altri messaggi
  (funzionalità disponibile solo per gli utenti registrati)